Fase 2

Il circuito di Misano riapre. In pista anche Valentino Rossi?

La FMI ha organizzato a Misano una giornata di allenamento per 40 piloti di "interesse nazionale"
di Emanuele Pieroni
Il circuito di Misano riapre. In pista anche Valentino Rossi?

Collaudo del nuovo asfalto, prove generali di Gran Premo e, soprattutto, un primo passo verso il ritorno alla normalità. Il Marco Simoncelli World Circuit di Misano riaprirà domani, 14 maggio, i cancelli della pista per circa 40 piloti di interesse nazionale, che parteciperanno ad un pomeriggio di allenamento organizzato dal circuito della Riviera e dalla Federazione Motociclistica Italiana. Motori accesi sin dal primo pomeriggio.

Una manciata di chilometri, però, rischia di far mancare l’appuntamento all’ospite più atteso: Valentino Rossi. Il nove volte campione del mondo, di fatto, risiede nelle Marche e - anche se la pista di Misano dista meno di dieci minuti da Tavullia – le restrizioni per il contenimento del contagio del Covid19 potrebbero far slittare di qualche giorno il ritorno all’asfalto e alla velocità di Valentino. L’eventuale forfait, quindi, è questione di normative, ma probabilmente anche di opportunità mediatica e buon esempio, visto il momento. L’ipotesi, almeno quella ufficiale, è che alla fine ci saranno solo i piloti che risultano residenti in Emilia Romagna, una ventina circa. Si parla comunque di fior di campioni, a cominciare dai diversi ragazzi dell’Academy e dai piloti della Sic58 Corse.

A proposito di asfalto, invece, è del tutto rinnovato quello del circuito, dopo i problemi riscontrati in tratti della pista lo scorso anno da alcuni piloti (e anche da diversi amatori nei vari turni liberi). Prove generali, quindi, per un evento che sarà rigorosamente a porte chiuse (niente pubblico e giornalisti) e che segna, di fatto, un crocevia tra le restrizioni dovute alla pandemia e una stagione che potrà non rinunciare del tutto a gare, prove e turni in autodromo. Ma che ha il sapore, soprattutto, di un rodaggio in vista di quella che al momento è l’unica tappa in Italia di ciò che resta del Mondiale 2020, con il Marco Simoncelli World Circuit che potrebbe addirittura accaparrarsi due date (quella già in programma del 13 settembre più quella del week end successivo) nel calendario che Carmelo Ezpeleta e Dorna stanno preparando per MotoGP, Moto2, Moto3 e MotoE.

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta