L'ANALISI

MotoGP 2021. Il GP di Jerez da 0 a 10

Numeri, statistiche e voti per ripercorrere quanto accaduto a Jerez nel GP di Spagna, non solo in pista e non solo in MotoGP
di Moto.it
MotoGP 2021. Il GP di Jerez da 0 a 10

Mai così male nella sua carriera

Per il terzo GP consecutivo, Valentino Rossi non ha conquistato punti: non era mai successo, in tutta la sua carriera, che nelle prime quattro gare della stagione, conquistasse punti solo in una di esse. La conferma di un momento difficilissimo.

Zero, come i punti conquistati da Rossi negli ultimi tre GP

Un risultato incoraggiante

In tutto il 2020, Romano Fenati aveva ottenuto un solo podio, vincendo a Misano2. Romano è tornato sul podio domenica, grazie a un ottimo secondo posto: speriamo dia a Romano fiducia e determinazione per il proseguo della stagione.

Uno, come i podi di Fenati nel 2020 (e nel 2021)

Come al Mugello nel 2015

Marc Marquez ha fallito l’accesso in Q2: è la seconda volta che accade da quando corre in MotoGP, dopo che nel GP d’Italia del 2015, Marquez era scattato dalla 13esima posizione, cadendo poi in gara.

Due, come le volte che Marquez non è entrato in Q2.

In prova, non si può fare meglio

In quattro GP, Aleix Espargaro è sempre partito dalla terza fila: ottavo in Qatar1, settimo in Qatar2, settimo in Portogallo, ottavo in Spagna.

Tre, come la fila di partenza di A.Espargaro nei primi 4 GP

Imbattibile in prova

Nel 2019, Fabio Quartararo conquistò a Jerez la prima pole della carriera in MotoGP: da allora, nessun pilota è riuscito a stargli davanti in qualifica nel circuito spagnolo e Fabio è partito davanti a tutti a Jerez per la quarta volta consecutiva (2 volte nel 2020). Un primato per questo circuito. Sono 12 le pole in in MotoGP, 15esima della carriera di Quartararo.

Quattro, come le pole consecutive a Jerez di Quartararo

Un Marquez davanti a tutti

Nella classifica, ahimè negativa, delle cadute, davanti a tutti in MotoGP c’è Alex Marquez, con cinque scivolate, come quelle di Aleix Espargaro. Quattro piloti non sono mai scivolati in questa stagione: Bagnaia, Mir, Morbidelli e Vinales.

Distacchi inferiori a quelli della Moto3

Quanto accaduto nelle FP3 della MotoGP è a dir poco clamoroso: i primi sei piloti erano racchiusi in meno di un decimo (0”098), Jack Miller, decimo, è entrato direttamente in Q2 con un distacco di 0”203. Pazzesco.

Sei, come i piloti in meno di un decimo nelle FP3 MotoGP

 

 

L’ultima volta, al Mugello nel 2018

Jack Miler primo, Pecco Bagnaia secondo: questa di Jerez è stata la settima doppietta della storia della Ducati. L’ultima volta era successo al Mugello nel 2018, con Jorge Lorenzo primo davanti ad Andrea Dovizioso.

Sette, come le doppiette Ducati in MotoGP

Come Reggiani

Jack Miler ha ottenuto la sua seconda vittoria in MotoGP, l’ottava della carriera, come, tra gli altri, Loris Reggiani. A nove successi ci sono piloti come Sete Gibernau, Roberto Locatelli, Ezio Gianola.

Otto, come le vittorie di Miller nel motomondiale

Una gara indimenticabile

Fabio Di Giannantonio ha conquistato il suo primo successo in Moto2, il terzo della carriera. La sua è stata una gara grandiosa, vinta per distacco e senza nessuna incertezza. Bravissimo.

Voto nove, a Di Giannantonio

Nel nome di Fausto

La famiglia Gresini, con la moglie Nadia e i figli Luca (presente a Jerez) e Lorenzo ha deciso di continuare il cammino di Fausto, assicurando così un futuro importante a tutta la squadra. Bravi tutti, con un applauso a Carlo Merlini che in questi mesi ha lavorato in maniera impeccabile.

Voto dieci, al team Gresini

Già nella storia

Ancora una volta, per il terzo GP consecutivo, bisogna aggiungere la lode, perché quello che sta facendo Pedro Acosta è davvero fuori dal comune: nessuno, ripeto nessuno, al debutto aveva conquistato tre successi e un secondo posto nelle prime quattro gare. Sarà probabilmente solo il primo di tanti primati di questo ragazzino che, ancora una volta, ha fatto qualcosa di eccezionale: prima il sorpasso alla sei che gli ha permesso di passare dalla terza alla prima posizione, poi come ha chiuso la traiettoria all’ultimo giro. Fenomeno assoluto.

Voto dieci e lode, ad Acosta

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta