• 1/98
  • 2/98
  • 3/98
  • 4/98
  • 5/98
  • 6/98
  • 7/98
  • 8/98
  • 9/98
  • 10/98
  • 11/98
  • 12/98
  • 13/98
  • 14/98
  • 15/98
  • 16/98
  • 17/98
  • 18/98
  • 19/98
  • 20/98
  • 21/98
  • 22/98
  • 23/98
  • 24/98
  • 25/98
  • 26/98
  • 27/98
  • 28/98
  • 29/98
  • 30/98
  • 31/98
  • 32/98
  • 33/98
  • 34/98
  • 35/98
  • 36/98
  • 37/98
  • 38/98
  • 39/98
  • 40/98
  • 41/98
  • 42/98
  • 43/98
  • 44/98
  • 45/98
  • 46/98
  • 47/98
  • 48/98
  • 49/98
  • 50/98
  • 51/98
  • 52/98
  • 53/98
  • 54/98
  • 55/98
  • 56/98
  • 57/98
  • 58/98
  • 59/98
  • 60/98
  • 61/98
  • 62/98
  • 63/98
  • 64/98
  • 65/98
  • 66/98
  • 67/98
  • 68/98
  • 69/98
  • 70/98
  • 71/98
  • 72/98
  • 73/98
  • 74/98
  • 75/98
  • 76/98
  • 77/98
  • 78/98
  • 79/98
  • 80/98
  • 81/98
  • 82/98
  • 83/98
  • 84/98
  • 85/98
  • 86/98
  • 87/98
  • 88/98
  • 89/98
  • 90/98
  • 91/98
  • 92/98
  • 93/98
  • 94/98
  • 95/98
  • 96/98
  • 97/98
  • 98/98
L'INTERVISTA

MotoGP 2021. Test Qatar, Day 2. Maverick Vinales: "Sono sorpreso del mio ritmo"

Il pilota spagnolo reputa molto buono il pacchetto complessivo della sua M1
di Giovanni Zamagni

Le dichiarazioni di Maverick Vinales al termine della due giorni di test in Qatar:

"Sono molto contento di questo test, molto positivo, la Yamaha ha lavorato molto bene. Sono sorpreso del mio ritmo, della consistenza con la gomma, era quello che cercavamo, sono molto contento, il pacchetto mi sembra molto buono.

Non abbiamo ancora lavorato sul nuovo telaio, ci siamo concentrati sulla dolcezza nella guida, tanto sull’elettronica, abbiamo trovato delle cose molto positive, ero sorpreso di fare certi tempi a metà giornata con poco grip.

Ho fatto un po’ di giri con la gomma soffice ed ero sorpreso di essere stato così costante. Poi, all’ora della gara ho montato la media e stavo andando bene. sono tornato ai box, sono uscito di nuovo, ma era un po’ troppo freddo per la media e sono caduto alla due…

Stiamo lavorando sul passo, sul feeling con la moto per il ritmo. poi nei prossimi test proverò anche il time attack se ci sarà il tempo.

Sto lavorando sullo stile di guida e sull’elettronica. Oggi abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ci siamo concentrati su cosa potevamo migliorare: oggi sono partito alle 15, con ottimi risultati, 1’55”4-1’55”6 con alta temperatura, dove in passato soffrivamo molto. Dobbiamo confermare tutto in gara, ma sembra che abbiamo fatto dei passi in avanti.

Devo stare tranquillo, definire una direzione e seguirla, confidando nel materiale che abbiamo. Stiamo lavorando su dettagli che in gara possono fare la differenza, bisogna fare bene in gara non nei test… Abbiamo tante cose da provare, bisogna avere un programma da rispettare.

Nei prossimi giorni mi confronterò con Fabio (Quartararo, ndr), per capire anche le sue sensazioni”.

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta