Schramm, BMW: La nostra prima moto elettrica arriverà tra cinque anni
Strategie

Schramm, BMW: "La nostra prima moto elettrica arriverà tra cinque anni"

A dirlo è il numero uno di BMW Motorrad, e si tratterà di una moto “urbana”. Un’affermazione precisa nell’ambito di tante notizie che riguardano BMW e la sua futura gamma elettrica
di Maurizio Gissi

Si parla tanto di moto elettrica a fronte di un mercato che mostra molte incognite e soffre le perplessità di tantissimi motociclisti verso una tecnologia giudicata meno affascinante, e soprattutto non ancora pronta a sostituire le moto tradizionali, soprattutto in termini di praticità e costi.

Il mercato della moto elettrica, in realtà ancora molto esiguo: pesa meno dell’1%, è controllato da costruttori di dimensioni modeste, e al momento i grandi costruttori del settore o latitano, o si limitano a mostrare concept , proponendo al massimo piccoli scooter.

BMW è la più attiva tra le big: ha in listino dal 2015 il maxi scooter C-Evolution, sempre nel 2015 mostrò a sorpresa la superbike elettrica eRR, a giugno dello scorso anno ha presentato l’interessante concept Vision DC Roadster (è stato esposto anche all’ultima EICMA), e meno di un mese fa ha fatto provare a un gruppo di giornalisti la E-Power-Roadster Prototype per dimostrarne la superiorità nella prova di accelerazione rispetto a una “analoga” S1000R.

 

La presentazione della supersportiva eRR
La presentazione della supersportiva eRR

Nel frattempo, da parte di BMW si sono visti brevetti dedicati a una moto ibrida, che riguardano la trazione anteriore elettrica e i sistemi di ricarica wireless, infine il layout di una moto compatta.
 BMW Motorrad, insomma, come si suol dire è sul pezzo, beneficiando in buona misura dell’esperienza che attinge dal settore automobilistico.

Dai concept di studio, o di visione futura, alla produzione di serie la strada è però lunga, come abbiamo visto tante volte.
Poco più di un anno fa Markus Schramm, fresco capo della divisione moto del gruppo bavarese, aveva detto che il 2021 avrebbe fatto da spartiacque tecnologico nella mobilità elettrica grazie all’arrivo delle batterie di nuova generazione, una condizione che avrebbe creato altre opportunità di sviluppo per i veicoli urbani.

Intervistato più recentemente da Cycle World, Markus Schramm ha usato parole più esplicite sull’argomento "moto elettrica".

Markus Schramm
Markus Schramm

Alla domanda quando e in quale forma BMW produrrà i nuovi modelli, ha risposto che «Come dimostra il Vision DC Roadster, crediamo nelle future potenzialità di questa offerta. In ambito urbano sarà possibile vedere una moto elettrica BMW entro cinque anni». E ha aggiunto: «Nei segmenti turismo, fuoristrada e sportivo non sono sicuro che ne vedremo».

E’ risaputo come la mobilità su due ruote elettrica sia competitiva sulle brevi distanze e alle velocità contenute dell’ambiente urbano (condizioni che ridimensionano fortemente gli attuali limiti di autonomia e ricarica che affliggono i veicoli elettrici), il che darebbe spazio a inediti modelli di motociclette, oltre che di scooter relativamente pesanti e costosi.

Tuttavia l’aver mostrato la eRR superbike, e l’aver fatto provare la E-Power-Roadster Prototype, aveva fatto passare un messaggio più possibilista a proposito di una vera moto BMW non tanto in là.

La E-Power-Roadster Prototype
La E-Power-Roadster Prototype

La recente dichiarazione di Markus Schramm ha in compenso il valore della concretezza: un conto è la visione futura, un altro è misurarsi con il mercato reale, l’effettiva domanda e l'esistenza di infrastrutture di ricarica adeguate.
Senza contare che una moto urbana elettrica potrebbe essere utile anche ad attrarre quei potenziali motociclisti più giovani che molti cercano e che BMW ha cercato di conquistare già con la G310. Una moto che, va ricordato, è stato l'anno scorso la terza più venduta nel mondo con il marchio BMW.

«Sono convinto che la moto tradizionale sarà sempre più importante, non tanto nel quotidiano, ma come mezzo dedicato al tempo libero – ha detto ancora Schramm a Cycle World -. La mobilità elettrica sarà invece importante nelle aree urbane nei prossimi cinque anni».

Una posizione nei fatti condivisa dai maggiori costruttori, Honda e Yamaha in testa.

  • 1/14
  • 2/14
  • 3/14
  • 4/14
  • 5/14
  • 6/14
  • 7/14
  • 8/14
  • 9/14
  • 10/14
  • 11/14
  • 12/14
  • 13/14
  • 14/14

Bmw C Evolution Elettrico (2017 - 21)

Informazioni generali
  • Marca
    Bmw
  • Modello
    C Evolution
  • Allestimento
    C Evolution Elettrico (2017 - 21)
Vai alla scheda tecnica
Recensioni
  • perinileo1
    4 luglio 2021
    BMW C EVO
    lo scooter è ideale per un tragitto casa - lavoro. La batteria tiene bene. La gestione costa pochissimo. La guidabilità è ottima e comunque motore ( elettrico) ha uno spunto eccezionale.
    Leggi di più
  • Acute
    21 marzo 2021
    Bmw C Evolution Elettrico
    Quasi perfetto, freni migliorabili, molto pesante ma la retromarcia di serie è la salvezza.
    Leggi di più
  • Giacomo.Gai
    22 dicembre 2020
    Bmw C evolution
    Veramente bel pezzo fluido e piacevole. Da Provare molto comodo per la città.
    Leggi di più
Moto usate
Leggi anche
Altre info Bmw C Evolution Elettrico (2017 - 21)
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta