Mercato

Royal Enfield sta lavorando a una moto elettrica

Il CEO del marchio indiano ha confermato che Royal Enfield si sta preparando per l'elettrificazione e la digitalizzazione
di Marco Berti Quattrini
Royal Enfield sta lavorando a una moto elettrica

Royal Enfield verso una svolta epocale. Il marchio indiano, che produceva moto in stile classic prima che il vintage diventasse di moda, e che ha continuato a farlo quasi senza accorgersene, sembra essersi improvvisamente destato e si dice pronto fare un passo deciso verso le moto elettriche.

In un'intervista rilasciata alla CNBC-TV, il nuovo amministratore delegato (CEO) Vinod Dasari ha presentato i piani futuri dell'azienda: "Il centro di sviluppo di Royal Enfield nel Regno Unito ha convertito un modello già esistente (una Himalayan, NDR) in elettrico, ed il risultato - io l'ho provato - è fantastico".

"Non abbiamo fretta di lanciare una moto elettrica - spiega Dasari -. Potrebbero volerci anche due o tre anni, ma vogliamo farlo nel modo giusto. Cercando di mantenere il DNA Royal Enfield anche nel segmento elettrico, con uno stile retrò".

Royal Enfield ha assistito a un rallentamento del numero di moto vendute nell'ultimo anno: dopo un aumento di 153.986 unità nel 2017-18, il numero è sceso di 2.603 unità nel 2018-19. Le esportazioni invece vanno benissimo, sono trainate dai modelli più potenti in gamma: la Continental GT650 e l'Interceptor 650, con una crescita del 161% nel secondo trimestre.

"Stiamo vendendo 500 moto nel Nord America ogni mese, 2.000 in Europa, e ci stiamo espandendo nelle nazioni dell'ASEAN. Abbiamo una precisa strategia globale per i prossimi 5-6 anni. Stiamo cercando di presentare un nuovo prodotto, o un nuovo allestimento, ogni trimestre". 

Vedi anche
Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta