EICMA 2017: MV Agusta Dragster 800 RC 2018
EICMA 2017

EICMA 2017: MV Agusta Dragster 800 RC 2018

La nuova versione della Dragster 800 Reparto Corse si rinnova e diventa Euro 4. Cambiano l'impianto di scarico, ci sono nuove finiture e modifiche meccaniche

La versione Dragster 800 RC si rinnova in vista del 2018 e lo fa introducendo novità tecniche in ottica omologazione Euro 4 ed estetiche. Sarà costruita in 350 esemplari numerati.
Ferma restando la fortunata linea, ci sono una differente disposizione dei colori (rosso/bianco) delle sovrastrutture, cerchi verniciati di rosso anziché nero e la grafica che ha visto l'aggiunta degli sponsor che compaiono sulla MV F4 Superbike come sul resto delle versioni Reparto Corse.

 

Le novità tecniche iniziano con la cosa più evidente, ovvero l'impianto di scarico firmato SC Project di aspetto molto sportivo, dotato di catalizzatore (c'è naturalmente l'omologazione Euro 4) e di nuova valvola parzializzatrice a monte del singolo terminale che ha appunto lo scopo di contenere la rumorosità.

E' cambiata la ruota libera del motorino di avviamento che in passato aveva mostrato problemi di affidabilità e ci sono stati numerosi interventi per diminuire la rumorosità (Harmonic Dumper, ingranaggi primaria e pompe olio e acqua), il contralbero è stato ridisegnato e come sul resto della gamma F3 il nuovo cambio prevede anche innesti più fluidi e precisi. Sempre di derivazione F3 i coperchi motore laterali progettati per ridurre rumorosità e danni in caso di urti.

Le novità elettroniche sono anch'esse comuni alla piattaforma tre cilindri. Ci sono le nuove mappe motore dedicate alla Dragster 800 RC e il controllo di trazione su otto livelli. Migliorata la logica di funzionamento del cambio elettronico EAS 2.0 per rendere la cambiata più rapida, precisa e adatta alla guida sportiva. Assieme alla moto viene consegnato un Welcome Kit con targa che certifica la numerazione della serie limitata e il telo coprimoto.

Se ciclisticamente sulla 800 RC risalta la gomma da 200 mm posteriore, il tre cilindri conferma da parte sua i 140 cavalli di potenza a 13.100 giri.
Il prezzo si dovrebbe conoscere a Eicma, quello della versione precedente era di 21.990 euro.

m.g.

  • 1/26
  • 2/26
  • 3/26
  • 4/26
  • 5/26
  • 6/26
  • 7/26
  • 8/26
  • 9/26
  • 10/26
  • 11/26
  • 12/26
  • 13/26
  • 14/26
  • 15/26
  • 16/26
  • 17/26
  • 18/26
  • 19/26
  • 20/26
  • 21/26
  • 22/26
  • 23/26
  • 24/26
  • 25/26
  • 26/26
Recensioni
  • andrew60
    29 giugno 2021
    Moto impeccabile
    Nulla da dire, moto eccezionale e unica nel suo genere. Maneggevole, bella, motore potente e stile italiano unico.
    Leggi di più
  • Gianpi30
    30 agosto 2020
    Una moto di cui esserne fiero, con un gran carattere
    Componentistica e design allo stato estremo, unica nel suo genere. Difficile paragonarla, una di quelle moto che ti ricorderai... per sempre.
    Leggi di più
  • KosmosGas
    4 gennaio 2020
    MV Agusta Dragster Maneggevole ed inebriante
    Le note positive: Ottima media dal carattere sportivo con eccellente motore e buoni i freni, a parte ABS un po intrusivo. In generale moto agile (soprattutto una volta sostituito lo stupido posteriore 200) ma anche precisa. Nonostante il passo corto stabile anche ad alte velocità ma ovviamente e principalmente un arma imbattibile nel misto e nello stretto. Una volta abituatosi al comportamento un po particolare dell anteriore negli inserimenti. Nei tornanti manca un po di coppia ma il divertentissimo cambio aiuta. Stranamente neanche scomoda (usata anche per mototurismo in giro per l'europa) a parte qualche vibrazione di troppo su manopole e pedane (nota: sono 186 cm per 86 kg senza vestiti e forse al limite come dimensioni pilota). Le dimensioni compatte portano quasi a vedere solo la strada e creano pertanto la sensazione di volare. Fantastico! Le note negative: Deludenti le sospensioni sia anteriori (Marzocchi che simulano un comportamento progressivo ma che finiscono per fallire sia quando usata a ritmi blandi sia sportivamente) così come la posteriore che manca di supporto e sottodimensionato. Suggerisco cambio mono (io ho montato Mupo AB1Evo) e almeno molle/olio all anteriore se non cartuccia. Un po deludente anche la dashboard poco leggibile e datata ma personalmente non mi interessa molto non usandola durante la guida. Affidabilità: Qualche problemino ben conosciuto (sensore quickshifter e ruota libera motorino di avviamento) ma per il resto regolare manutenzione neanche troppo costosa. Verdetto: E talmente bella e inebriante con la sua agilità e il divertente motore+blipper che le si può perdonare qualche piccolo difetto. Non è la moto da usarsi per andare quotidianamente in ufficio ma deale per le sparate fuori porta ma anche per qualche viaggio un po più lungo. La ricomprerei subito e la raccomando a piloti con esperienza che cercano agilità.
    Leggi di più
Moto nuove
Moto usate
Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta