Elefant People, che bel libro!
Letture per motociclisti

Elefant People, che bel libro!

Perché la Cagiva Elefant sia una tra le moto più amate ce lo spiegano bene Antonio Contino e Massimiliano Battaglia, autori del libro Elefant People. Alla metà degli anni Ottanta nacque un mito che trionfò in Africa e durò una dozzina d’anni lasciando una profonda traccia di passione
di Nico Cereghini

E’ un libro importante, 544 pagine, 1.492 grammi di carta di qualità, 48/50 euro il prezzo consigliato, testi in italiano e in inglese. Ed è soprattutto molto curato. Un gran lavoro, c’è tutta la storia della Elefant: c’è Claudio Castiglioni raccontato anche dalla moglie Enrica, ci sono i ritratti di Gianfranco Castiglioni (il fratello) e del giovane Giovanni (figlio). Di Roberto Azzalin ti pare di sentire anche la voce: lui è stato l’anima della Elefant (fin dall’inizio scritto proprio così) e della Parigi-Dakar, dai primissimi test in Algeria del 1984 alla prima partecipazione con Auriol, GP Marinoni, Picard e la Cagiva Elf-Ligier, che fu subito protagonista.

Vedi anche

All’origine è stato una specie di sogno, e il libro lo dipinge bene il sogno di pochi visionari con Claudio in prima fila: la collaborazione con Ducati, l’acquisto di dieci motori, il primo telaio della TGM di Parma, i problemi di peso, di guida e di affidabilità. Più avanti lo sviluppo dei vari prototipi vincenti fino ai modelli Marathon di serie. Ogni protagonista ha il suo spazio, nel libro. Dopo Azzalin parlano P.L. Mengoli di Ducati, Pernat e Merendino (l’uomo della Lucky Strike) che seguivano la parte commerciale, e gli artisti che hanno costruito il mito, tutti: nell’ordine Felotti, Vitali, Galluzzi, Fanali, Botta, Alberti, Pizzoglio, Crespi, Brusa, Pin, Cremonesi, Abbati, Violini, Minelli, Forchini, Pezzotta, Tripodi, Gagni e Vismara. Dai motoristi ai telaisti, agli stilisti e ai meccanici. C’è giustamente ampio spazio per il pilota Giampaolo Marinoni, scomparso purtroppo nel gennaio 1986 a Dakar, che è stato lo sviluppatore più prezioso.

La parte dedicata ai vari modelli Elefant è ricca di schede e di belle foto. Tutte le moto sono state fotografate in studio. Dalla prima Elf-Ligier 750 da 73 cavalli (1985) alle successive sette evoluzioni, tra le quali spiccano la 850 XD10 dell’87 (la prima col telaio speciale e over 80 cavalli), la 904 XD11 dell’88 detta “la petroliera” perché portava a spasso gli obbligatori 70 litri di carburante e cinque di acqua (190 chili a secco), la 944 D90 del 1990, che vinse la sua prima Parigi-Dakar con Orioli (terzo De Petri e settimo Arcarons). Dal 1993, finita l’era dei leggendari ed esagerati prototipi che macinavano la sabbia a 190 all’ora, si passò alle 904 SP Marathon, prima e seconda serie fino al 1996.

 

  • 1/6
  • 2/6
  • 3/6
  • 4/6
  • 5/6
  • 6/6

E non mancano le Elefant più abbordabili, quelle che tanti ragazzi hanno amato: dalle 125 e 200 nate nell’84 ed evolute fino all’86, fino alla 350, alla 650, alla 750 e alla 900. Tanti modelli, in totale una ventina di versioni, per ciascuno dei quali troverete descrizione, foto e schede tecniche.

Poi naturalmente ci sono i piloti, molto ben raccontati da Contino e Battaglia. Da Marinoni a Auriol, da Gualdi a Orioli, De Petri, Terruzzi e tanti altri, fino a La Porte, Trolli, Cristanelli e De Megni. Ritratto di oggi e tante foto di ieri, piene di fascino. La vicenda si chiude con figure particolari che sono state molto importanti per la Cagiva, o continuano ad esserlo: Gigi Soldano, che ha fotografato tutte le Parigi-Dakar di questo mondo, i globetrotter che hanno battuto tutte le strade del pianeta con le Elefant, infine i "Cagiva People", quei gruppi italiani ed esteri che amano la Elefant e ne fanno una materia sempre viva.

Ve l’ho detto che è un libro molto curato: i due autori non hanno trascurato nulla, anche a costo di rimpicciolire i caratteri del testo (l’unico difetto del libro) per farci stare proprio tutto. Elefant People è in vendita su sito www.cagivaelefant.it, oppure sulle librerie Gilena, specializzate nel mondo dei motori.

Cagiva Elefant 900 (1990 - 93) IE

Informazioni generali
  • Marca
    Cagiva
  • Modello
    Elefant 900
  • Allestimento
    Elefant 900 (1990 - 93) IE
Vai alla scheda tecnica
Recensioni
  • Paolo Breveglieri
    17 marzo 2018
    Cagiva Elefant 900
    Costruita con la componentistica migliore disponibile all'epoca (Ohlins, Nissin ecc..) monta la stessa iniezione montata sulla Ferrari F40. Grande motore Ducati con fasatura per esaltare il tiro da basso. A 100 mila km. motore ancora ok e frizione originale. Qualche pecca all'impianto elettrico facilmente risolvibile con poca spesa. Per uso turistico percorre 20 km/lt. anche col passeggero e bagagli.
    Leggi di più
  • beppe200930
    17 luglio 2017
    Moto impagabile!
    Con questa moto ho fatto viaggi pazzeschi, da oltre 3000 km in un we, ha farne 1300 in una sola notte!!! Mai avuto problemi seri, necessita di qualche cura come tutte le moto, ma ti ripaga alla grande. La vendo solo perché devo fare spazio ad una vespa del 66 che mi hanno regalato, ma ne ho altre due come lei!!!
    Leggi di più
  • Roberto 2017
    31 maggio 2017
    Cagiva Elefant 900 (1990 - 93) IE
    CAGIVA ELEFANT 900 ie LE Lucky Explorer Moto serie limitata, n. 321, p Per amatori e non
    Leggi di più
Moto usate
Leggi anche
Altre info Cagiva Elefant 900 (1990 - 93) IE
  • MV Agusta S.P.A.
    Via G. Macchi, 144
    21100 Schiranna (VA) - Italia
    800 364406   http://www.cagiva.it
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta