Nuova Honda CBR600RR 2021: eccola. Niente Europa?
Novità 2021

Nuova Honda CBR600RR 2021: eccola. Niente Europa?

Sarà presentata il prossimo 21 agosto ma le prime foto ufficiali, e non, della CBR600RR 2021 ne anticipano le caratteristiche. Carenatura ridisegnata, nuovo pacchetto elettronico ma non si sa se sarà Euro5 e se quindi arriverà anche in Italia

La notizia del lancio della versione 2021 della super sportiva Honda CBR60RR, accompagnata da un video e due immagini, è stata pubblicata sul sito di Honda Giappone pochi giorni fa e ve ne abbiamo scritto subito con le poche informazioni in possesso.
Perché il lancio vero e proprio avverrà il prossimo 21 agosto e a quel punto si conosceranno anche le caratteristiche tecniche delle rivista 600.
Nel frattempo sono circolate altre foto, non ufficiali, che mostrano bene la versione 2021 e che trovate qui sotto.

  • 1/14
  • 2/14
  • 3/14
  • 4/14
  • 5/14
  • 6/14
  • 7/14
  • 8/14
  • 9/14
  • 10/14
  • 11/14
  • 12/14
  • 13/14
  • 14/14

Da quello che le immagini mostrano si tratta di una evoluzione del modello 2020 attualmente in vendita in alcuni mercati, come gli Stati Uniti, tanto che telaio, forcellone, sospensioni, ruote e freni sono in pratica gli stessi del modello corrente.
Vale a dire che la struttura tecnica è in sostanza quella introdotta sul modello del 2007 e poi aggiornata fino a oggi. La quattro cilindri Honda è rimasta in vendita in Italia, e in Europa, fino all'introduzione della normativa anti inquinamento Euro4 nel 2016 e poi non è stata più importata.

La nuova CBR600RR si distingue per una carenatura completamente ridisegnata, per il frontale caratterizzato da fari sottili che ricordano quelli dell'ultima CBR1000RR-R e per la presenza di appendici aerodinamiche ai lati del cupolino dal richiamo MotoGP.

La CBR600RR versione 2020
La CBR600RR versione 2020

Il serbatoio pare lo stesso del modello corrente ma è dotato di una cover anteriore; identico è il codino e così anche il silenziatore di scarico alloggiato sempre nella coda. Non cambiano nemmeno i comandi a pedale e le relative staffe, o il disegno del motore, almeno fin dove non è coperto dalla carenatura.

Le novità sono di tipo elettronico, come mostrano i comandi al manubrio (per i menù e le mappe) e le schermate dell'inedita strumentazione TFT a colori, anche quella di richiamo Fireblade 1000, che visualizzano le mappe di gestione dell'erogazione (per cui c'è l'acceleratore ride by wire) con le regolazioni per controllo di trazione, anti impennata, curva potenza e freno motore.

Con il rischio di essere smentiti a breve, ipotizziamo che il motore non sia stato modificato in maniera significativa (altrimenti sarebbero stati quantomeno ridisegnati il telaio e il forcellone) e questo non depone a un passaggio all'omologazione Euro5 che sarebbe indispensabile per soddisfare il mercato europeo.

Vedi anche

E' vero che gli ultimi ritocchi meccanici hanno fatto superare gli standard nipponici sulle emissioni, che però sono molto simili a quanto prescrive la nostra Euro4.
Da ultimo, il mercato europeo delle supersport 600 ha volumi ormai contenuti e l'Italia non fa eccezione. L'anno scorso la 600 più venduta da noi è la stata la Kawasaki ZX-6R, con 230 esemplari, poi la Yamaha R6 con 130, e quest'anno nessuna delle due compare fra i cento modelli più venduti. Lo spazio è insomma ben diverso rispetto a pochi anni fa.
Tuttavia non ci dispiacerebbe che anche Honda si unisse al gruppo. Chissà se con questa edizione o con una totalmente rinnovata nel prossimo futuro.

Honda CBR 600 RR eC ABS (2012 - 15)

Informazioni generali
  • Marca
    Honda
  • Modello
    CBR 600 RR
  • Allestimento
    CBR 600 RR eC ABS (2012 - 15)
Vai alla scheda tecnica
Recensioni
Moto usate
Leggi anche
Altre info Honda CBR 600 RR eC ABS (2012 - 15)
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta