• 1/54
  • 2/54
  • 3/54
  • 4/54
  • 5/54
  • 6/54
  • 7/54
  • 8/54
  • 9/54
  • 10/54
  • 11/54
  • 12/54
  • 13/54
  • 14/54
  • 15/54
  • 16/54
  • 17/54
  • 18/54
  • 19/54
  • 20/54
  • 21/54
  • 22/54
  • 23/54
  • 24/54
  • 25/54
  • 26/54
  • 27/54
  • 28/54
  • 29/54
  • 30/54
  • 31/54
  • 32/54
  • 33/54
  • 34/54
  • 35/54
  • 36/54
  • 37/54
  • 38/54
  • 39/54
  • 40/54
  • 41/54
  • 42/54
  • 43/54
  • 44/54
  • 45/54
  • 46/54
  • 47/54
  • 48/54
  • 49/54
  • 50/54
  • 51/54
  • 52/54
  • 53/54
  • 54/54
Eventi

In 25.000 a Mandello per l'Open House Guzzi

Record di presenze a Mandello del Lario per l'Open House di Moto Guzzi che ha coinciso con i 95 anni del marchio. Tante moto d'epoca e nuove, tanti test ride e molte visite allo storico stabilimento. Qualcuno pensa al ritorno alle corse...

Le 95 candeline di Moto Guzzi sono state il pretesto per una edizione Open House allo stabilimento di Mandello più ricca del solito. Nella tre giorni da venerdì a domenica sono state molte le attività organizzate per i molti motociclisti e curiosi che si sono recati nella sede storica Moto Guzzi. Si parla di circa 25.000 presenze, di settecento appassionati che hanno provato alcuni modelli Guzzi nei test ride sulle strade circostanti (dalla serie V7 II, alle diverse California 1400 passando per le nuove V9), e soprattutto si sono viste molte moto. Quelle dei motociclisti in primo luogo e praticamente tutte marchiate Moto Guzzi. La famiglia dei guzzisti si è ritrovata con orgoglio a Mandello e la presenza degli estimatori stranieri del marchio è stata ricca, a dimostrazione della credibilità e della tradizione Guzzi.

Il Museo, con le sue 150 moto esposte, è stato come sempre preso d'assalto, mentre all'aperto fra un buon numero di special c'erano anche quelle del talent Lord of The Bikes. Moto simbolo dell'evento è stata la nuova MGX-21, della quale qui potete leggere il test anteprima. Oltre ai test ride, visite alla fabbrica, musica, street food, shopping e dj set hanno contribuito ad animare la tre giorni.

 

Guzzi nelle corse? Perché no?

Anche la Federazione Motociclistica Italiana ha voluto celebrare il traguardo dei 95 anni di Moto Guzzi (ricordiamo che le moto di Mandello hanno vinto 15 titoli mondiali, otto piloti e sette costruttori) e in occasione del concomitante Gran Premio di Misano , il presidente federale Paolo Sesti ha consegnato una targa celebrativa a Davide Zanolini, direttore marketing e comunicazione del Gruppo Piaggio.
 

Davide Zanolini e Paolo Sesti
Davide Zanolini e Paolo Sesti


Sollecitato in proposito, Zanolini ha detto: «Nel momento stesso nel quale festeggiamo i 95 anni, apriamo un quinquennio che ci porterà al centenario di questo marchio glorioso. Avremo straordinarie novità di prodotto che andranno a implementare una gamma che oggi ci sta dando grandi soddisfazioni. Ma Moto Guzzi vanta anche un passato sportivo di grandissimo valore, una eredità straordinaria che ci spinge a pensare anche a un ritorno alle gare. Aprilia Racing è la punta di eccellenza della ricerca tecnologica del Gruppo Piaggio e niente impedisce che questa tecnologia, come già accade per le moto di serie, possa essere trasferita al marchio Moto Guzzi anche in ottica racing. Magari non accadrà nel brevissimo termine ma certo non ci sentiamo di escludere questo affascinante scenario».

foto Camilla Pellegatta e Max Morri

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta