• 1/9
  • 2/9
  • 3/9
  • 4/9
  • 5/9
  • 6/9
  • 7/9
  • 8/9
  • 9/9
epoca

Norton P11: la desert racer più vittoriosa degli anni '60 all'asta

Realizzata in Inghilterra dietro suggerimento degli americani, si mangiava la concorrenza sulla sabbia
di Umberto Mongiardini

Quando pensiamo a una Norton, pensiamo tendenzialmente a una moto stradale, magari da gara, certamente però il primo pensiero non va a una desert racer. Invece, eccola qui, la Norton P11, una delle moto da gara nel deserto più vincenti degli anni ’60.

Un po’ come la Triumph TR6, questa moto ha fatto la storia delle corse off road, nonostante sia apparsa sul mercato con un po’ di ritardo. Nonostante Norton sia un marchio britannico, questa moto prese forma negli Stati Uniti, dove si svolgevano le gare nel deserto. L’idea venne a due statunitensi di nome Leland B. Winstead e Bob Blaicche installarono un motore Norton Atlas da 750 cc nel leggero telaio proveniente da una Matchless G85 CS, riuscendo a fare un saggio mix tra le doti fuoristradistiche del telaio e la potenza del propulsore.

Il primo prototipo di P11 è stato progettato da Winstead e Blair in California, per poi essere spedito in Inghilterra per l’approvazione della Casa madre. L’idea piacque molto e così la moto vene messa in produzione con poche modifiche rispetto al prototipo.

La moto venne infine presentata al pubblico nel 1967, un po’ in ritardo rispetto ad un’altra moto britannico, ovvero la Triumph TR6.

 

La Norton P11 venne realizzata negli anni in tre diverse varianti, molto simili tra loro. La prima era la P11, moto nata con lo scopo di gareggiare, la seconda versione fu denominata P11A che, rispetto alla versione precedente era omologata per un uso su strada pubblica, mentre la terza versione prese il nome di Ranger ed era maggiormente orientata ad un utilizzo su strada.

Uno dei meriti di questa moto fu quello di spianare la strada per la Norton Commando e di ispirarne le linee. Nel 1969 la Commando andò a sostituire la Ranger che oggi rimane una delle moto più ambite dai collezionisti di tutto il mondo.

La casa d’aste Mecum metterà all’incanto a gennaio a Las Vegas una P11 prima serie, del 1967, la numero 11 delle 500 realizzate. Le condizioni di conservazione sono strabilianti e, anche se il sito non lo specifica, è stata sicuramente restaurata visto che appare essere immacolata. A differenza delle altre moto appartenenti alla prima serie, questa è stata omologata per l’utilizzo su strade aperte, cosa unica.

Il prezzo stimato non è stato reso noto ma verrà messa all’asta senza prezzo di riserva.

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta