Attualità

Suzuki Hayabusa, prodotta anche in India per avere dazi più bassi

La nuova Suzuki GSX 1300 R "Hayabusa" è un modello globale. In alcuni paesi le tasse di importazione sono particolarmente elevate, è il caso dell'India con il suo 75% per le oltre 800 cc. Per questo Suzuki la assemblerà lì
di Maurizio Gissi
Suzuki Hayabusa, prodotta anche in India per avere dazi più bassi

E' stata presentata ieri in India la Suzuki Hayabusa 2021. Sarà assemblata nello stabilimento Suzuki Motorcycle India Private Limited (SMIPL) di Nuova Delhi, importando le componenti direttamente dal Giappone.

La società è una sussidiaria di Suzuki Motor Corporation e si occupa di produzione e vendita di moto e scooter in India: nel 2019 sono stati prodotti 600.000 veicoli occupando 1.400 dipendenti.
Dal 2016 la fabbrica si occupa anche di modelli di grossa cilindrata, ai quali si aggiungerà appunto a breve la Hayabusa che è stata già lanciata in Europa, Nord America e Giappone.

E' la prima volta che la quattro cilindri Suzuki viene assemblate al di fuori del Giappone.

  • 1/7
  • 2/7
  • 3/7
  • 4/7
  • 5/7
  • 6/7
  • 7/7

Come è noto sono diversi i produttori motociclistici stranieri che hanno impianti produttivi in India e questo ha a che vedere con i dazi doganali particolarmente elevati sui modelli di importazione.

Anche in altri paesi i governi locali attuano politiche protezionistiche in favore delle aziende nazionali. La produzione di moto da parte di marche straniere sotto forma di SKD (Semi Knocked Down), CKD (Completely Knocked Down) oppure CKS (mezzi scomposti con valore inferiore al 40% della versione importata) e kit è impostata proprio per arrivare a prezzi di vendita meno penalizzati.

  • 1/12
  • 2/12
  • 3/12
  • 4/12
  • 5/12
  • 6/12
  • 7/12
  • 8/12
  • 9/12
  • 10/12
  • 11/12
  • 12/12

Dazi scesi ma alti ancora

L'india ha ridotto i dazi a partire dall'inizio del 2019, ma questi restano ancora alti. Ad esempio sull'importazione di moto sotto gli 800 cc sono del 50% (prima del 65%) e per le oltre 800 cc i dazi doganali salgono al 75%.

Nel caso della produzione assemblata CKD le tasse scendono al 15% e al 25% per le moto SKD, prima erano del 30%.
In questo moto si incentivano le aziende straniere a investire e a dare lavoro localmente.

Vedi anche

Fra gli altri modelli Suzuki attualmente costruiti dall'impianto indiano ci sono gli scooter Access e Burgman, le moto Gixxer e Intruder di piccola e medio piccola cilindrata, e poi la V-Strom 650 e ora arriva la Hayabusa.

Un modello di fascia alta che conferma la crescita del mercato indiano, composto per la quasi totalità da piccole cilindrate, verso modelli di prezzo importante e quindi verso la moto non più vissuta solamente come mezzo di trasporto economico.

Suzuki GSX 1300 R Hayabusa (2021)

Informazioni generali
  • Marca
    Suzuki
  • Modello
    GSX 1300 R Hayabusa
  • Allestimento
    GSX 1300 R Hayabusa (2021)
Vai alla scheda tecnica
Recensioni
  • francofrancofranco
    23 giugno 2021
    Suzuki GSX 1300 R Hayabusa
    Moto fantastica dalla linea molto personale e dal motore esuberante e fluido, erogazione mostruosa, sound accattivante.
    Leggi di più
  • nick52
    23 giugno 2021
    Suzuki GSX 1300 R Hayabusa ABS
    Da 4.000 mt a sotto il livello del mare mai un’indecisione. Ancora a 115.000 non ha perso un cavallo. Una moto straordinaria!
    Leggi di più
  • Michele19801
    3 aprile 2021
    GSX 1300 R Hayabusa
    È proprio un Falco Pellegrino! Tantissimi pregi, mostruosamente potente e terribilmente cattiva. Una "perla rara". Difetti? Bisogna aver tanto perché lei ha bisogno di tanto. Il mio uso è sporadico, ha poca strada 28000 km e non ha mai visto una pista. La curo come una perla rara.
    Leggi di più
Moto nuove
Moto usate
Leggi anche
Altre info Suzuki GSX 1300 R Hayabusa (2021)
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta