video racconto

Yamaha Ténéré 700: a scuola di maxienduro col campione Botturi

Nasce Rally Raid Experience di Tom42: organizza tour e viaggi in sella alle Yamaha Ténéré e può contare sull'incredibile esperienza di Toni Merendino e di un campionissimo italiano dei Rally, Alessandro Botturi. Ci siamo stati, ecco come è andata
di Andrea Perfetti

Vi racconto la mia prima trasferta per Moto.it dalla fine del lockdown causato dal coronavirus. Sono stato fortunato. Meta: la bellissima campagna pisana, in Toscana. Tema (che amo): le maxienduro in fuoristrada.
Mi hanno infatti invitato a raccontare su Moto.it la Rally Raid Experience di Tom42, che organizza tour e viaggi in sella alle Yamaha Ténéré e può contare sull'incredibile esperienza di Toni Merendino e del campionissimo italiano dei Rally, Alessandro Botturi.
Il due volte vincitore della Africa Eco Race ci ha fatto da maestro in Toscana e ci ha condotto lungo un bellissimo giro in sella alle nuove bicilindriche. E' stata un'esperienza bellissima, che vi raccontiamo nel video sopra.

Presso il Poggio delle Pieve dell'amico endurista Dario Fortini si tengono i corsi di guida e di navigazione con le Yamaha 700 e 1200 dotate di GPS e roadbook. La durata è di due giorni (weekend o infrasettimanali) e si può partecipare con le moto di Tom42 (il costo è di 600 euro) o proprie (400 euro).
Il Bottu segue con attenzione - e santa pazienza - i suoi allievi, visto che il numero massimo è contenuto (5 partecipanti). Il primo giorno è dedicato al briefing e al corso di navigazione, ma già nel pomeriggio si accendono i motori e si migliora la propria base tecnica di guida con Alessandro. E poi via, sulle splendide colline attorno al comune di Santa Luce.
Si cena e si dorme presso il Poggio della Pieve, dotato di piscina e tantissimo verde (informazione essenziale per accompagnatori e figli!). La seconda gioranta è tutta di pratica: presso il campo scuola e ancora nei boschi toscani. Il giro è di 150 chilometri e Tom42 ha tutti i permessi per portare le persone nelle zone più selvagge della provincia.
Per maggiori info clicca qui.

DATE DISPONIBILI (aggiornato il 22 giugno):
27-28 Giugno SOLD OUT
11-12 Luglio   SOLD OUT
18-19 Luglio   SOLD OUT
25-26 Luglio   3 posti disponibili
08-09 Agosto  Disponibile
29-30 Agosto  Disponibile


Un grazie speciale a Dario Fortini (Poggio delle Pieve) per l'ospitalità e a Tiziano Internò per le riprese esterne e dal drone.

  • 1/16
  • 2/16
  • 3/16
  • 4/16
  • 5/16
  • 6/16
  • 7/16
  • 8/16
  • 9/16
  • 10/16
  • 11/16
  • 12/16
  • 13/16
  • 14/16
  • 15/16
  • 16/16
Recensioni
  • Gigi200829
    5 marzo 2021
    Yamaha Ténéré 700
    Moto polivalente, motore perfetto rapportato a peso e telaio. Frenata ben modulabile e sospensioni ottime sia in fuoristrada che su strada. Agile, divertente e maneggevole. Stabile in autostrada anche a velocità sostenute. Riparo dall’ aria sufficiente anche per fare autostrada a velocità non elevate. Una delle poche bicilindriche enduro stradali utilizzabile realmente in fuoristrada. Unico neo: non il massimo in coppia per lunghi tragitti data la sella non molto comoda per il passeggero e L’ ergonomia posteriore di serie minimalista in virtù di una linea davvero filante e aggressiva.
    Leggi di più
  • Sergio67
    18 dicembre 2020
    Yamaha Ténéré 700
    Mi piace anche se l'erogazione non è eccelsa....mi riferisco alla centralina che a mio avviso non è programmata bene quando esce dal concessionario. Specialmente con lo scarico Akra dedicato. Ma la moto mi diverte,in città fai quello che ti pare in quanto molto leggera e maneggevole (pero' se sei alto almeno 180 cm.)in autostrada,sebbene non sia nata per questo ha un comportamento sufficiente. Il meglio lo da sulle statali. Le temperature esterne influiscono moltissimo. Col caldo(come quasi tutte le moto) si surriscalda troppo nonostante abbia una cubatura modesta,col freddo te la godi mooooolto di piu'. Moto non adatta a viaggi medio/lunghi e proprio per questo passero' a Tracer 900 GT 2021. Anche se mi dispiace. Rimpiangero' gli sterrati,questo si!!
    Leggi di più
  • pin8otto
    11 dicembre 2020
    Yamaha Ténéré 700
    Soddisfatto in tutto, sia su strada che fuoristrada, è la moto che riempiva uno spazio tra i generi che mi piacciono. Su strada misto curve da filo da torcere a qualunque moto stradale, anche con le gomme originali. Per compensare un pò di instabilità sul davanti, Io ho sfilato ca 1 cm le forcelle. Dopo 3000 km ha un pò ceduto l'ammortizzatore posteriore, ma penso che indurendo le regolazioni possa migliorare. L'unico GRANDE NEO che riscontro è il forte effetto ON-OFF che è veramente molto imbarazzante. Dà fastidio soprattutto alle basse velocità e nelle marce basse, addirittura anche sul dritto, ma in curva è veramente limitante. Fuoristrada non è un problema, ma se su strada arrivi allegro in curva e molli il gas, riaprendo ti scombussola a dir poco la traiettoria, per non dire che potrebbe portarti a una perdita di aderenza tale da finire per terra. La moto lo permette, si tocca l'asfalto con le pedane, è un peccato non poterla sfruttare. L'unico modo che ho di smorzare l'effetto della brusca entrata del motore è tenere due dita sulla frizione e "limare" l'effetto alla riapertura del gas. Sinceramente non mi pare una soluzione ragionevole. Il concessionario, sempre molto disponibile, mi riferisce che Yamaha non ha previsto nulla finora. Ho scritto a Yamaha e mi ha risposto - anche piuttosto seccamente - di rivolgermi al concessionario. E adesso rimandiamo il tutto in primavera, speriamo... P.S. al 5 aprile 2021: acquistata a 120 euro e installata sonda IAT Belinassu che riduce fittiziamente la potenza. Il risultato è che si riduce un pò l'effetto ON-OFF, ma riduce anche la prestanza e prontezza del motore in tutte le sue fasi. Un vero peccato che Yamaha giri la testa dall'altra parte e soprattutto che non sia capace di provvedere a risolvere.
    Leggi di più
Moto nuove
Moto usate
Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta