Yamaha Ténéré 700 Rally Edition: il confronto con la XT 600 del 1983
confronti impossibili?

Yamaha Ténéré 700 Rally Edition: il confronto con la XT 600 del 1983

Le separano 37 anni di storia e di avventura. La leggendaria antenata ha scritto pagine di sport alla Parigi-Dakar, l'attuale maxienduro sta conquistando sempre più gli amanti dei viaggi in fuoristrada. Vediamole insieme e scopriamo le differenze
di Andrea Perfetti

Della Yamaha Ténéré 700 Rally Edition dovreste sapere già quasi tutto grazie al video e ai dettagli tecnici e di allestimento che abbiamo già mostrato (insieme al prezzo di listino). Ora facciamo un passo, anzi un salto indietro di ben 37 anni. E andiamo a parlarvi della moto da corsa che ha ispirato la Rally, la Yamaha XT 600 Ténéré che gareggiò nel 1983. Fu la prima a fregiarsi del nome del deserto sahariano, ma ne aveva ben donde. La Parigi-Dakar in questi anni era una corsa per temerari: in sella a moto derivate dalla serie, dotate di serbatoi e enormi e di strumenti di navigazione primordiali. Il rischio di perdersi era altissimo e per questo le scorte di acqua obbligatorie per regolamento toccavano i 6 litri. Potevano passare giorni prima che ti trovassero. E successe, eccome se successe.

Veniamo ora a questo strano confronto tra mezzi separati da quasi 40 anni. La prima Ténéré 600 era una moto da gara, ma a ben guardare il paragone si può anche fare. Derivava infatti dalla moto di serie, adattata per i lunghi raid navigati. 
La Yamaha XT 600 Ténéré col suo bel colorino azzurro reso celebre dalle cronache televisive di quegli anni (col nostro Nico Cereghini. Eh sì, proprio lui) era dotata del motore monocilindrico di serie, di 595 cc, col raffreddamento ad aria. Disponeva di 44 cavalli a 6.500 giri, che spingevano la moto a quasi 160 km/h. Il cambio aveva 5 rapporti e le sospensioni erano a lunga escursione (circa 250 mm davanti e dietro, con la forcella derivata da quella della YZ 490 da motocross). La sella distava la bellezza di 91 cm da terra e il peso a secco non era sconvolgente, pari a circa 160.

A questi andavano sommati tutti i liquidi (olio motore, acqua e 43 litri di benzina!). Si arriva ben oltre i 200 kg in ordine di marcia. Non troppo distanti dalla 700 di oggi, che pesa 204 kg con tutti i liquidi. E' vero, il serbatoio ha 16 litri di capienza, ma per fortuna la moto moderna consuma quasi la metà rispetto alla sua antenata. La sella dista 89 cm da terra e le sospensioni di serie, completamente regolabili, hanno 210 mm di escursione davanti e 200 dietro. 
La potenza del motore bicilindrico parallelo, raffreddato a liquido di 689 cc, fa un balzo in avanti e passa da 44 cavalli a 75 a 9.000 giri, mentre il cambio è ora a 6 rapporti. 
La velocità massima sfiora i 200 km/h effettivi (guarda la nostra prova in pista). Numeri che fanno della Yamaha Ténéré 700 Rally Edition una maxienduro adatta anche ai viaggi su asfalto. Molto più di quanto lo fosse la 600 degli anni 80.

Cosa ne dite di questo confronto? E' stato azzardato? Secondo noi no e vi diciamo il perché. Alla Africa Eco Race, vinta due volte di fila dal grande Alessandro Botturi, esiste la categoria riservata alle moto bicilindriche. Ecco questa Rally Edition la vedremmo proprio bene guidata dal Bottu in Africa.


Nota bene: le immagini di questo servizio, realizzate da Yamaha, mostrano una XT 500 del 1981 e non la XT 600 Ténéré di cui parliamo sopra.

  • 1/8
  • 2/8
  • 3/8
  • 4/8
  • 5/8
  • 6/8
  • 7/8
  • 8/8

Yamaha Ténéré 700 Rally Edition (2020)

Informazioni generali
  • Marca
    Yamaha
  • Modello
    Ténéré 700
  • Allestimento
    Ténéré 700 Rally Edition (2020)
Vai alla scheda tecnica
Recensioni
  • tassothewall1
    25 giugno 2020
    Yamaha Ténéré 700
    Semplice, intuitiva ti fa venir coraggio di affrontare qualsiasi percorso o tracciato
    Leggi di più
  • kawa#8
    9 aprile 2020
    la moto totale esiste? Yamaha Ténéré 700
    sono motociclista da sempre, e da buon integralista odio tutto quello che non ha una frizione, cercavo una moto che mi portasse a lavoro comodamente, che mi permettesse di divertirmi e sporcarmi senza troppi pensieri su strade bianche e percorsi off-road, che mi consentisse di fare qualche uscita fuori porta in due e perché no anche qualche viaggetto un po' più lungo. Per quanto riguarda la comodità di guida credo che non ci siano paragoni come sempre yamaha è una garanzia in questo, l'unico difetto è che sella e baricentro della moto sono molto in alto e mettono in difficoltà chi non è molto alto (sotto il 1.75) e chi ha poca esperienza, un peccato dato che è una moto guidabile con patente A2. in fuoristrada si comporta egregiamente, è sempre una moto da 200kg ma con il giusto pilota ti porta in posti che non avresti mai pensato, altrettanto bene si comporta su strada ed in città, dotatela di un bauletto e non vi farà rimpiangere nessuno scooter per gli spostamenti cittadini, si muove agile nel traffico grazie al grande angolo di sterzo e al manubrio alto che passa sopra a molti specchietti delle auto. Passiamo ora alla parte che riguarda il viaggio in coppia, la sella originale non è comoda come quelle di moto più votate al turismo, ha una concezione fuoristradistica quindi la sella è lunga stretta e "durina" dopo un po' le terga si fanno sentire (ovviamente dipende a cosa è abituata la vostra compagna), tuttavia lanciata in autostrada di sesta marcia entro i limiti di velocità resta sempre in modalità "eco" che ti consente di fare più di 20 km con un litro, senza avere la sensazione di instabilità o percepire vibrazioni fastidiose. detto ciò provatela e ve ne innamorerete, è una di quelle moto che ti da piacere di guidare anche sotto un nubifragio, farà in modo egregio tutto ciò che gli chiederete.
    Leggi di più
  • sturolla
    19 novembre 2019
    Yamaha Ténéré 700 La moto che ti sorprende
    Ben fatta , ha tutto quello che serve, ma la vera sorpresa e' quando la guidi. Grande sicurezza attiva, la metti dove vuoi e con un guizzo ti tiri fuori dai guai. Veramente una buona motocicletta.
    Leggi di più
Moto nuove
Moto usate
Leggi anche
Altre info Yamaha Ténéré 700 Rally Edition (2020)
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta