Test

SBK 2021. La Honda prova ad Aragon, la Ducati a Navarra.

Ultime giornate di test per le squadre SBK e SS. Ad Aragon Haslam è più veloce di Bautista, mentre da Navarra arrivano riscontri positivi per i piloti Ducati
di Carlo Baldi
SBK 2021. La Honda prova ad Aragon, la Ducati a Navarra.

Quando mancano ormai solo due settimane all’inizio del primo round di Aragon, i team del mondiale Superbike e Supersport stanno svolgendo le ultime giornate di prove in Spagna, sia al Motorland Aragon, la pista che ospiterà le prime gare, che sul tracciato di Navarra, entrato da quest’anno nel calendario dei mondiali delle derivate e sconosciuto alla maggior parte dei piloti. 

Ad Aragon, dove sino a ieri avevano testato le loro moto le squadre BMW, Kawasaki e Yamaha, oggi è stata la volta del team Honda HRC con Alvaro Bautista e Leon Haslam. L’inglese è stato il più veloce grazie ad un best lap di 1’50”231, ma lo spagnolo non è lontano: 1’50”303. Sulla stessa pista oggi hanno provato anche alcuni piloti del mondiale Supersport. Primo tempo per Steven Odendaal (1’55”165) con la Yamaha del team Evan Bros, due volte campione del mondo. Il sudafricano è tornato a provare dopo l’infortunio alla spalla patito nei test di Barcellona, e a quanto pare si è ormai completamente ripreso. Alle sue spalle Raffaele De Rosa (1’55”274) con la Kawasaki del team Orelac VerdNatura, che ha preceduto il rookie Luca Bernardi (1’56”278) e Christoffer Bergman (1’57”948). Domani seconda ed ultima giornata di prove sia per il team Honda che per quelli del WorldSS.

Anche a Navarra sono scesi in pista sia team Superbike che Supersport, entrambi con l’obiettivo di imparare la pista ed iniziare ad adattare le proprie moto ad un tracciato dove nessuno ha ancora dei riferimenti. Non sono stati diramati tempi ufficiali, ma le voci del paddock attribuiscono a Scott Redding il best lap di 1’37”0 seguito da vicino dal suo compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi. Entrambi nelle due sessioni odierne hanno utilizzato sia gomme S0 che SX. 


I due piloti del team Aruba.it Racing Ducati non sono stati i soli a provare, assieme a loro c’erano infatti tutti gli altri piloti della casa di Borgo Panigale: Tito Rabat del team Barni Racing, Axel Bassani del team Motocorsa Racing e Chaz Davies con la V4 ufficiale affidata al team GoEleven, reduce dai due giorni di prove di Aragon. 

Rabat ha cercato quel feeling con la sua moto che sino ad ora non è riuscito a trovare, mentre il giovane Bassani ha lavorato molto con la squadra ed ha effettuato alcune simulazioni di gara. I piloti della classe Supersport che hanno provato oggi sono stati Niki Tuuli  con la F3 di MV Agusta Corse Clienti, Randy Krummenacher con la Yamaha del team EAB Racing, e Philipp Oettl del Kawasaki Puccetti Racing, che però in questi test sta utilizzando un muletto da allenamento. Il tedesco in mattinata è stato anche autore di un’innocua scivolata. Da notare che Oettl è uno dei pochi piloti ad aver già corso a Navarra, avendo preso parte nel 2012 ad una gara del campionato spagnolo.

  • 1/5
  • 2/5
  • 3/5
  • 4/5
  • 5/5

Ecco i commenti di alcuni dei piloti e team manager impegnati oggi a Navarra.

Michael Ruben Rinaldi: “E’ stata una giornata importante che ci ha permesso di fare un deciso step in avanti rispetto a ieri, quando avevo fatto un po fatica ad essere veloce su di una pista che non aveva mai visto. Ora cercherò di riposarmi e rilassarmi per arrivare in perfetta forma al primo round di Aragon”.

 

Scott Redding: “Il clima favorevole e la pista asciutta ci hanno permesso di ottimizzare queste due giornate di prove nella quale posso dire di aver imparato a conoscere questo tracciato. La moto è a posto e sono soddisfatto. Siamo stati veloci su tutti i circuiti ed è proprio quello di cui avremo bisogno quest’anno. Ho cercato di lavorare molto su me stesso per essere costantemente veloce e ora mi sento pronto per Aragon”.

 

Tito Rabat: “Sono stati due giorni davvero positivi. Inizialmente ho dovuto imparare questa pista che non conoscevo, ma ho fatto in fretta a capire quale fosse il limite della nostra moto. Abbiamo lavorato molto e mi sono trovato molto bene con la mia squadra. Abbiamo provato nuove soluzioni all’anteriore ed abbiamo lavorato molto sulla parte elettronica, anche grazie all’aiuto di Ducati. Dobbiamo continuare così. Ad Aragon sarà importante trovare al più presto un buon assetto per la nostra V4, ma sono convinto che faremo bene”.

 

Lorenzo Mauri – Team Manager Motocorsa Racing: “Sono stati due giorni davvero intensi,  che ci hanno riportato molte buone sensazioni. Abbiamo lavorato molto sulla nostra moto ed Axel ha fatto più simulazioni in preparazione alle prime gare della stagione ad Aragon. Ha girato sul passo del 1’38 e poi nel finale, montata la gomma da tempo, è sceso a 1’37”7. Ora non resta che riposarci ed arrivare pronti al primo round”.   

 

Chaz Davies: “La pista di Navarra è molto diversa da tutte quelle dove abbiamo corso negli ultimi anni. Ci sono tratti veloci ed altri da prima marcia. Non è un tracciato facile, anche perché è stretto e presenta dossi e buche. Tutto considerato sono state due giornate interessanti e positive. Abbiamo potuto lavorare sulla moto e percorrere molti giri, lavorando sulla costanza di rendimento e per questo non abbiamo utilizzato gomme soffici. Non ho voluto cambiare molto il nostro set up, perché di certo quando verremo qui ad agosto farà molto più caldo e quindi sarebbe stato inutile cercare a tutti i costi un assetto che poi ben difficilmente potremo utilizzare nel weekend di gara”. 

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta