Supersport 300

SBK, Ana Carrasco: fissatori tolti, in sella fra un mese

Recupero quasi completo per la campionessa SSP300. Il decorso è regolare, potrebbe ricominciare ad allenarsi a breve e tornare in moto per essere pronta all'inizio del Mondiale
di Moto.it
SBK, Ana Carrasco: fissatori tolti, in sella fra un mese

L'odissea di Ana Carrasco sembra volgere finalmente al termine. La pilotessa spagnola, campionessa 300SSP 2018, è stata protagonista di un terribile incidente a settembre - frattura di due vertebre la diagnosi - che l'ha costretta a saltare il resto della stagione ma soprattutto a sottoporsi a un'operazione con l'inserimento di placche e fissatori.

Vedi anche

In tutto questo, la pilotessa di Murcia non si è mai persa d'animo, mostrando anzi una determinazione pazzesca che l'ha portata ad accelerare incredibilmente i tempi di recupero. Con diversi mesi d'anticipo rispetto alla prognosi iniziale, visti i progressi di Ana, i dottori del Dexeus di Barcellona hanno deciso assieme alla Carrasco di procedere a un'operazione, completata con successo ieri, 12 gennaio, per rimuovere tutti gli ausili che le erano stati inseriti per velocizzare la guarigione.

Se quindi la TAC programmata nei prossimi giorni dovesse confermare un livello di guarigione delle fratture sufficiente, una volta guarita la ferita chirurgica la Carrasco potrebbe riprendere ad allenarsi normalmente e tornare in sella in meno di un mese. Un programma che le consentirebbe di prendere il via del Mondiale 2021, alla fine di aprile in Olanda, in condizioni fisiche perfette.

"Sono davvero felice, l'operazione è andata bene a quanto dicono i dottori" ha dichiarato la Carrasco. "Voglio ringraziare tutti per il loro supporto in questi ultimi mesi - in particolare Albert, il nostro coordinatore medico, il mio preparatore atletico Santi e il mio osteopata Joan Tao, per le tante ore che hanno dedicato alla mia salute, da cui vengono i frutti che vedete. Naturalmente la mia gratitudine va anche all'eccellente lavoro svolto dai dottori Ubierna e Cáceres. Adesso non vedo l'ora di tornare in sella alla mia Ninja 400: saremo al via della stagione pronti al 100% sia fisicamente che mentalmente."

I dottori Cáceres e Ubierna hanno commentato positivamente l'esito dell'intervento. "Martedì 12 gennaio abbiamo effettuato un'operazione per rimuovere gli impianti in titanio inseriti il 15 settembre. Abbiamo deciso di procedere con l'intervento perché grazie a una TAC abbiamo notato come le fratture fossero ormai saldate, e abbiamo quindi provveduto a inserire ossa liofilizzate nei fori delle viti per accelerare la rigenerazione delle ossa. L'intervento è andato bene e secondo i piani; la prossima settimana effettueremo un'altra TAC per confermare i progressi. Se tutto va bene, in due settimane Ana potrà iniziare ad allenarsi, e dopo altre due settimane tornare in sella."

Carla Grau, la team manager del team Kawasaki Provec SSP300, ha naturalmente chiuso con entusiasmo sottolineando l'impegno della sua pilota. "Notizie fantastiche: Ana dovrebbe essere pronta in poche settimane. Da parte del team ci piace sottolineare la professionalità di Ana, che ha lavorato il più possibile sulla sua condizione fisica per accelerare al massimo il suo recupero. Noi non ci siamo mai fermati: è tutto pronto per il Mondiale 2021, tutti i nostri sponsor hanno riconfermato il loro appoggio ad Ana anche nonostante la situazione di incertezza economica e l'infortunio. Abbiamo addirittura alcuni nuovi marchi a bordo per il 2021: mille grazie a tutti. Saremo più che pronti a correre in aprile, alla prima gara del Mondiale."

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta