Superbike 2021, solo la pioggia ferma Rea nei test di Aragon
Test Superbike

Superbike 2021, solo la pioggia ferma Rea nei test di Aragon

Nella giornata di ieri Rea era stato più veloce di Crutchlow, ma oggi la pioggia gli ha impedito di provare. In pista anche i piloti Yamaha, ma senza Razgatlioglu
di Carlo Baldi

Jonathan Rea ed il team ufficiale Kawasaki KRT proseguono la loro marcia di avvicinamento al primo round del mondiale Superbike, previsto al Motorland Aragon dal 21 al 23 maggio. E proprio sulla pista d’Aragona il Cannibale avrebbe dovuto svolgere due giornate di prove, assieme ai piloti Yamaha SBK ed ai tester MotoGP Pedrosa e Crutchlow, ma la pioggia ha cancellato i test odierni. Al sei volte campione del mondo è però bastato il pomeriggio di ieri per confermare come sia lui che la nuova Ninja ZX-10RR siano più che pronti per l’inizio del mondiale.

Vedi anche

Ieri Jonny ha fermato i cronometri sul tempo di 1’49”338 precedendo Crutchlow con la Yamaha GP (1’49”460) ed il compagno di squadra Alex Lowes (1’49”470). Nulla di clamoroso se consideriamo che Rea si era aggiudicato la Superpole dello scorso anno con il crono di 1’48”767, ma la sua prestazione conferma, se mai ce ne fosse bisogno, che il nordirlandese si è già cucito addosso la nuova Ninja 2021. Una moto che sembra nata sotto una buona stella, visto che anche Lowes è andato forte ed il problema, derivante dall’infortunio alla spalla patito in allenamento, sembra ormai dimenticato.

Alex Lowes
Alex Lowes

Erano presenti al Motorland anche i piloti Yamaha, tutti ad eccezione di Toprak Razgatliuoglu che è risultato negativo all’ultimo test covid, ma ha preferito concludere la  quarantena in Turchia. Così come era successo nei recenti test di Barcellona, anche al Motorland Aragon il più veloce con la R1 è stato Garrett Gerloff, che ha preceduto di un secondo netto Andrea Locatelli, e di un secondo e tre decimi circa il debuttante giapponese Kohta Nozane. Ultimo tempo per il francese Christophe Ponsson con la Yamaha del team Alstare.

 

Questa la dichiarazione di Jonathan Rea: “Il test è stato davvero positivo. Anche se la pista ieri era un poco umida, ed abbiamo dovuto aspettare fino all'ora di pranzo per provare. Siamo comunque stati in grado di confermare molti elementi che avevamo già testato a Montmelò. Questa pista è diversa ma ha anche alcune somiglianze con quella di Barcellona e quindi il risultato è positivo. Abbiamo provato diverse soluzioni per lo più legate al telaio e questo significa che ormai possiamo iniziare a tirare le fila dei nostri test precedenti. Sentivo che il mio ritmo stava migliorando giro dopo giro. Abbiamo guidato molto sul nostro assetto di gara, ed ho capito quale possa essere il nostro potenziale, iniziando a prepararci davvero per il weekend di gara che si disputerà tra poche settimane. Sapevamo che il secondo giorno avrebbe piovuto e quindi abbiamo deciso di fare un time attack alla fine della prima giornata e siamo stati in grado di essere abbastanza veloci. Proveremo ancora su questa pista il 4 e 5 maggio. Mi trovo molto bene con la moto e con la squadra. Tutti hanno lavorato molto duramente e ora sono entusiasta di tornare a casa per poi finire i miei preparativi ".

I tempi di ieri al Motorland Aragon

Jonathan Rea – Kawasaki – 1’49”338

Cal Crutchlow – Yamaha GP – 1’49”460

Alex Lowes – Kawasaki – 1’49”470

Dani Pedrosa – KTM – 1’49”912

Garrett Gerloff – Yamaha – 1’50”557

Andrea Locatelli – Yamaha – 1’51”550

Kohta Nozane – Yamaha – 1’52”254

Chriostophe Ponsson – Yamaha – 1’52”946

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta