Listino Benelli

12 moto
Benelli
Nome iconico la cui storia lontana nel tempo è simbolo di un’imprenditoria italiana quasi eroica, anche se oggi la proprietà è cinese (gruppo QJ, colosso da 1,2 milioni di veicoli annui). Le radici di Benelli risalgono al 1911 quando, a Pesaro, Teresa Benelli impiegò tutto il capitale di famiglia per realizzare un’officina meccanica ai sei figli, Giuseppe, Giovanni, Filippo, Francesco, Domenico e Antonio Benelli. Nel 1919 il primo motore (75 cc) e nel 1921 il Velomotore, una motoleggera (98 cc a due tempi) poi evoluta sino a 147 cc e portata a correre. Nel 1926 debutta il motore a 4 tempi 175 cc, con distribuzione ad albero a camme comandato da una cascata di quattro ingranaggi. Grazie a questa soluzione Benelli si afferma in pista (quattro campionati d’Italia) e commercialmente. Con gli anni Trenta salgono le cilindrate: 250 e 500. Dopo alcune difficoltà dovute anche al conflitto mondiale, Benelli torna a competere e vincere in pista, con un titolo iridato (250cc nel 1950) e la vita parallela del marchio Motobi, dedicato alle piccole e medie cilindrate, poi riunito nel 1961. Tra i modelli iconici di quel periodo il Leoncino e la Tornado, con soprattutto la nuova vittoria nel Motomondiale classe 250 e al TT. Una serie di vicissitudini societarie nel periodo della grande crescita tecnologica e di concorrenza internazionale, vide Benelli vivere fasi altalenanti, con modelli poco diffusi pur se in alcuni casi originali e molto curati. A oggi la gamma proposta vede sia scooter sia moto stradali di ogni cubatura, con al vertice le tre cilindri di grossa cilindrata.
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta
Filtri